Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Ottobre 2018

Come avrete sicuramente avuto modo di sentire nell’ultimo periodo, siamo oramai prossimi ad un cambiamento epocale nel mondo della fatturazione.

Salvo proroghe ovviamente, dal 1/1/2019 sarà introdotta obbligatoriamente la fatturazione elettronica, come previsto dalla legge di Bilancio 2018, per tutti gli operatori economici residenti o identificati nel territorio dello Stato. Sono esclusi solo i soggetti che rientrano nel regime di vantaggio (art. 27 D.L. n. 98/2011 “MINIMI”) e i soggetti che applicano il regime forfettario (L. n. 190/2014).

Cercando di semplificare il più possibile il quadro che si prospetterà, obiettivo primario che si è prefissato lo Studio al fine di agevolarVi in questa nuova “avventura”, vediamo di definire in cosa consiste questa fattura elettronica e come lo studio Stefani vi supporterà in questo “passaggio epocale”.

L’unico formato di emissione delle fatture valido ai fini contabili e fiscali secondo la nuova normativa diventerà l’XML, ovvero senza ricorrere a troppi tecnicismi, un formato di file a moduli predefiniti che consente, proprio per il suo formato standard, dei controlli massivi da parte dell’Agenzia delle Entrate. Le fatture cartacee non avranno pertanto più nessun valore se non meramente riepilogativo.

Agenzia delle Entrate che al fine di poter effettuare questi controlli, motivo alla base dell’introduzione della manovra antievasiva, si interpone nel passaggio della fattura da cedente a cessionario col “Sistema di Interscambio” SDI, che non è altro che un ambiente informatico attraverso il quale tutti i documenti dovranno passare al fine di consentire i controlli automatizzati da parte delle Entrate.

Il file quindi verrà generato dal cedente, trasmesso allo SDI, e ricevuto in seguito dal cessionario. Le modalità per l’invio e la ricezione saranno due, attraverso un codice identificativo, ovvero un codice univoco che contraddistingue il soggetto e gli permette di vedersi imputati i flussi dei vari documenti elettronici emessi dai propri fornitori (una sorta di partita iva elettronica) o la casella PEC, comoda e immediata, ma con qualche controindicazione, sia in esito a eventuale mancanza di spazio disponibile o scadenza della stessa, sia per la successiva contabilizzazione ordinata dei documenti (con tempi di gestione connessi).

Questo passaggio comporta delle interrogazioni da farsi anche in esito alla esigibilità dell’imposta sul valore aggiunto (IVA). La circolare 1 del 2018 dell’Agenzia delle Entrate ha stabilito la necessità del possesso del documento al fine di poter fruire della detrazione dell’imposta. Con la fattura elettronica, divenendo la fattura un file digitale e non un documento cartaceo, è opportuno specificare che la data di emissione del documento sarà quella di invio del file xml (in caso di scarto 5 gg di tempo per la regolarizzazione dell’invio allo SDI senza sanzioni), la data di ricezione sarà quella in cui il contribuente riceverà la notifica dallo SDI di ricezione della fattura a lui indirizzata e qualora non la ricevesse, la data di presa visione del documento sul portale dell’Agenzia delle Entrate.

Al fine di poterVi agevolare, nonostante il cambiamento sia importante e indubbiamente necessiti di tempo per essere digerito, lo Studio Stefani ha acquistato un “digital hub” ossia uno spazio informatico in cloud collegato al nostro oramai consolidato software gestionale di paghe e contabilità, nel quale, imputando alle fatture da Voi emesse o da Voi ricevute il codice del canale identificativo dello studio, i documenti saranno sempre in nostro possesso in tempo reale per la contabilizzazione e sarà detto spazio a fungere da distributore e notificatore sia in entrata che in uscita dei vostri documenti.

Con questo codice che identifica lo Studio Stefani quindi, indipendentemente dalle modalità con cui verranno emesse le fatture o le modalità con le quali i vostri fornitori ve le renderanno disponibili, i file xml che vi riguardano, sia in entrata che in uscita, transiteranno sempre nel digital hub dello studio Stefani con immediate ed evidenti semplificazioni per le vostre strutture che altrimenti avrebbero dovuto renderci disponibili i flussi informatici nei modi e nei termini congeniali alla successiva registrazione.

Le soluzioni possibili che possiamo fornirvi differiscono in base al livello di complessità organizzativa e amministrativa della Vostra azienda e soprattutto in base alla vostra attuale organizzazione che va migliorata laddove possibile ma senza cambiamenti inutili dal punto di vista operativo e dei risultati raggiunti. Il personale di studio sta seguendo dei corsi di formazione in modo da poter essere al vostro fianco nel periodo introduttivo del nuovo adempimento.

Dopo oltre 35 anni di storia del nostro Studio, da sempre ricchi di cambiamenti normativi, la fattura elettronica rappresenta sicuramente l’ennesima sfida, ma siamo sicuri che anche questa volta ci faremo trovare pronti al Vostro fianco.

 

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Richiedi un primo appuntamento Gratuito: valutiamo la tua situazione, senza impegno, per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della tua azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com