Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Novembre 2018

Sembra un problema di poco conto, ininfluente come si dice in gergo. Non è così! Il problema delle colf e badanti in nero è un problema molto significativo nel nostro Paese. L’INPS e l’Ispettorato del lavoro calcolano che almeno il 50% delle colf e badanti in Italia non sono regolarizzate ai fini fiscali e previdenziali. I rischi di essere “smascherati” sono infatti molto bassi poiché l’accesso nelle abitazioni private da parte degli organi di controllo è molto raro ed assoggettati alla preventiva autorizzazione della procura della Repubblica, rarissima.

Il problema è però di natura diversa e si esplicita in genere alla cessazione del rapporto: momento nel quale persone che sono entrate a far parte dell’intimità familiare cessano il servizio per vari motivi, molto spesso per il naturale decesso dell’”assistito”. E’ in questo momento che i rischi crescono a dismisura. “Badanti” che avevano rapporti umani del tutto naturali e bonari con la famiglia dell’”assistito”, al momento del decesso e quindi della cessazione del rapporto di lavoro si rivolgono al sindacato di turno cui seguono rivendiche esorbitanti oltre che sgradevoli perché impreviste ed inaspettate. Le rivendiche salariali sono per lo più dovute a ferie non godute, omesso riposo settimanale, TFR non pagato, retribuzione insufficiente, contributi non versati, orario di lavoro eccedente quello legale e quindi richiesto come straordinario, mensilità eccedente (XIII) e conseguentemente contributi non versati e mancata maturazione del diritto alla pensione.

In base all’esperienza, l’entità del contenzioso va da circa 10.000,00 euro ad 80/100.000 per ciascuna situazione ed in relazione all’anzianità del servizio della colf/badante.

Alla luce di quanto sopra è evidente che il rapporto di lavoro va gestito in modo molto preciso con contratti di lavoro in forma scritta e rispettosi della legge e della normativa previdenziale, assistenziale e fiscale vigente.

Si tratta di un piccolo investimento preventivo che evita in futuro di dover affrontare esborsi rilevanti e soprattutto arrabbiature ed attacchi di collera.

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Richiedi un primo appuntamento Gratuito: valutiamo la tua situazione, senza impegno, per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della tua azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com