Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Gennaio 2019

Nata col Decreto Liberalizzazioni del 2012, la srl semplificata si è oramai consolidata fra le tipologie societarie tipiche del nostro ordinamento. Può essere costituita solo da persone fisiche, non ha limitazioni in relazione al capitale sociale minimo che può essere anche di un euro ed offre al pari della srl tradizionale la limitazione della responsabilità per i soci.

Inizialmente è stata pensata per soggetti under 35 (limite non più in vigore) cresciuti nella generazione di internet e dediti ad approcciarsi all'attività imprenditoriale on line beneficiando comunque di una veste societaria che consenta loro una certa protezione in termini di responsabilità personale ed esborsi iniziali contenuti.

Può essere amministrata da uno o più soci, o alternativamente da un soggetto esterno, purchè indicato nell’atto costitutivo.

I costi di costituzione sono notevolmente ridotti in quanto l’onorario del notaio, i diritti di segreteria e l’imposta di bollo non sono dovuti.

L’esborso iniziale consiste quindi nel diritto annuale (130 euro), nell’imposta di registro (200 euro) e nella denuncia inizio attività in Camera di Commercio (30 euro), per un totale quindi di circa 400 euro; si deve considerare inoltre che ogni unità locale aggiuntiva comporta ulteriori 40 euro.

A questo si devono aggiungere l’onorario del consulente col quale si pianificherà l’avvio della nuova attività, si analizzeranno le dinamiche societarie e gli aspetti amministrativi, impositivi e contributivi.

A contraltare di tutti questi benefici va detto che la srls è comunque una società di capitali strutturata, obbligata alla contabilità ordinaria ed al deposito del bilancio nel Registro Imprese e quindi soggetta a costi di gestione più alti rispetto ad una società di persone od a ditta individuale.

Altro aspetto non propriamente positivo è l’impossibilità di apporre clausole ad hoc e “fatte su misura” nell’atto costitutivo e statuto, i quali devono essere aderenti al fac simile ministeriale.

A livello di credibilità poi, presentarsi in banca o presso fornitori che debbono concedere affidamenti, assegnare delle commesse o diventare clienti, con aspettative elevate sui nostri prodotti e servizi, diciamo che non è propriamente il massimo con un capitale sociale di un euro.

Alla luce di tutte le considerazioni di cui sopra, la costituzione di srls può adattarsi perfettamente solo ad alcune tipologie di attività, risparmiando in fase costitutiva ed avendo il beneficio della responsabilità limitata. Al contempo per attività produttive, che devono fare investimenti materiali rilevanti, che devono ricorrere al credito bancario o che hanno esigenze di credibilità coi terzi non è la soluzione da preferire.

Come dire anche qui, il buon commercialista serve eccome.

 

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Richiedi un primo appuntamento Gratuito: valutiamo la tua situazione, senza impegno, per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della tua azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com