Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Febbraio 2019

Torniamo su un tema che ci è particolarmente gradito, il controllo di gestione.

Gradito perché ci crediamo da sempre, lo applichiamo e lo facciamo applicare alle medie imprese ma anche e soprattutto alle piccole e piccolissime, proprio perché crediamo nei risultati che può portare anche ad esse.

Riteniamo sia fondamentale che un imprenditore o un suo fidato siano seguiti da un professionista specializzato sul tema in questione, per monitorare l’andamento aziendale, correggerlo in corso d’opera e porre in essere gli opportuni provvedimenti.

L’imprenditore è saturo di impegni e mansioni che gli impediscono la preventiva determinazione di un budget, la verifica degli scostamenti dallo stesso in corso d’anno e la predisposizione di una nuova programmazione aziendale sulla base dei dati emersi.

Confrontarsi periodicamente con un professionista in termini di controllo facilita la gestione, fa capire l’effettivo costo di prodotto e porta quindi a determinare perfettamente i prezzi di vendita delle nuove linee produttive o a variare quelli errati e mai messi in discussione.

Il controllo di gestione è essenziale per essere costantemente “sul pezzo” come si dice in gergo, per rimanere allineati al mercato, per ricercare il miglioramento continuo delle proprie performances aziendali e innovare nei processi e nella gestione aziendale.

Ma cos’è il controllo di gestione? La nota definizione di controllo di gestione è quella di “attività di governo e di guida per conseguire obiettivi economici prestabiliti con la pianificazione e la programmazione”.

La contabilità tradizionale deve essere resa “parlante”, ovvero subire una trasformazione che le consenta di fornire informazioni su vari aspetti della gestione, decentralizzare le responsabilità nelle varie aree strategiche mantenendo comunque la centralità e facilità del controllo, rilevare dati, esigenze e obblighi per condizionare positivamente l’attività aziendale.

La contabilità passa ad essere da collettrice di dati storici a strumento dinamico di analisi, anticipazione di risultati e pianificazione.

L’aspetto determinante dell’attività di controllo di gestione è quello della tempestività, tempestività che equivale ad intervento finalizzato al miglioramento.

Nicola Amenduni, uno degli imprenditori italiani di più grande successo con l’Acciaieria Valbruna (870 milioni di fatturato e 2400 dipendenti nel 2017), già presidente di Federacciai e uno dei più importanti imprenditori al mondo nel settore siderurgico, in occasione di un’intervista del 2018 nel Sole 24 ore su quali fossero i fattori strategici per un imprenditore ha dichiarato che: “Io ho sempre creduto nell’innovazione, tanto da avere fatto personalmente dei brevetti, anche se devo dire che la chiave di un’impresa è rappresentata dal controllo di gestione. Con il controllo di gestione si capisce tutto. Apri gli occhi. Vedi dove guadagni e dove perdi.”

Come dire, le parole possono anche essere smentite, i risultati sul campo ottenuti in tanti anni di esperienza no.

 

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Richiedi un primo appuntamento Gratuito: valutiamo la tua situazione, senza impegno, per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della tua azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com