Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
Commercialisti, Consulenti del Lavoro ed Avvocati
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Ottobre 2020

Una domanda che tipicamente riceviamo in questo momento dell’anno è relativa alla possibilità di aprire o meno la propria attività o se sia più opportuno attendere i primi mesi del nuovo esercizio.

Al di là del particolare anno che stiamo vivendo in esito alla pandemia, la risposta che ci sentiamo di dare è molto diversa in relazione al tipo di attività che si intende porre in essere, ed anche e soprattutto alla struttura giuridica o regime fiscale si intenda o si possa adottare.

Se per l’apertura di una società infatti non c’è nessun vincolo che farebbe preferire il prossimo anno a questo, essendo possibile addirittura prevederne uno che fiscalmente duri più dei canonici dodici mesi e termini direttamente al 31/12/2021, per una ditta individuale in regime forfettario aprire l’attività ora vorrebbe dire precludersi uno dei cinque anni alla massima tariffa agevolata.

Sarebbe quindi una scelta avventata da rimandare qualora fosse possibile, e qualora il regime forfettario fosse una scelta fattibile.

E ancora, un fatturato magari importante in questo breve scorcio da qua alla fine dell’anno in regime forfettario,  potrebbe non solo ridurre gli anni di massimo beneficio fruibile, ma addirittura portare all’esclusione del regime agevolato in quanto il limite massimo dei 65.000 euro è annuo, e qualora l’esercizio non sia intero tale fatturato va sempre modulato sul numero di mesi di effettiva attività.

Altro parametro da tenere in considerazione per la decisione anzidetta è il settore di attività nel quale si andrà ad operare. Nel mondo del commercio per esempio sappiamo che gli ultimi mesi dell’anno sono quelli più profittevoli, ed anche nell’e-commerce negli ultimi anni stiamo assistendo ad un notevole incremento delle vendite in prossimità delle feste.

Altri settori che invece potrebbero far posticipare la scelta sono quelli relativi ad attività stagionali, come piscine palestre o dei servizi professionali alle aziende, i quali invece diversamente dagli esempi poco fa riportati registrano un calo nel mese di dicembre, secondo per trend in ribasso solo a quello di agosto che tipicamente coincide con le ferie estive.

Concludendo, è opportuno sintetizzare il progetto che si intende intraprendere sia in termini di settore/attività che di scelte giuridiche e fiscali da farsi per dare una risposta completa e puntuale al quesito.

Conoscendo e potendo seguire diversi settori ed avendo una panoramica completa di quelle che sono le scelte possibili e consentite dal Legislatore per avviare un’attività, una consulenza preliminare per l’avvio di una nuova attività è assolutamente opportuno analizzi e affronti quindi tutte queste tematiche.

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Conosciamoci in un primo appuntamento gratuito o richiedi una consulenza

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok