Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Luglio 2012

Il DL. 185/2008, all'art. 7, prevedeva la possibilità di posticipare il versamento dell'Iva al momento del pagamento della fattura da parte del cessionario, prevedendo, contestualmente, che quest'ultimo potesse detrarre l'imposta a credito solo dopo l'effettuazione del pagamento. Ieri, con l'approvazione dell'emendamento al decreto sviluppo votato alla Camera, è stato deciso che il limite dei 200.000 Euro, in relazione al quale tale regime poteva essere operativo, viene spostato a 2 milioni di Euro. In esecuzione alla facoltà accordata dal protocollo allegato alla direttiva comunitaria 45/10, è stata poi recepita la deroga per cui l'acquirente può detrarre non necessariamente previo pagamento della prestazione. L'imposta diviene comunque esigibile se il cessionario non paga entro un anno, a meno che questi non sia sottoposto a procedura concorsuale.

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Richiedi un primo appuntamento Gratuito: valutiamo la tua situazione, senza impegno, per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della tua azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com