Studio Certificato Sistema Qualità ISO9001
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese

News Settore Sportivo

Gennaio 2019

Alla luce delle continue e diverse interpretazioni di questi giorni circa l’esonero all’obbligo di emissione della fatturazione elettronica per associazioni sportive dilettantistiche e società sportive dilettantistiche a responsabilità limitata in regime L. 398/1991, lo Studio scrivente seppure il dettato normativo non obbligasse fin dall’origine tali enti all’emissione delle fatture in formato elettronico ha sempre suggerito e consigliato tale via, chiarendo e giustificando l’opportunità e lasciando alla soluzione tradizionale coloro che preferiscono non adeguarsi al corso dei tempi.

Novembre 2018

La recente circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 18/E del 1 agosto 2018 ha fatto chiarezza in alcune delle fattispecie più frequenti sulla cessione dei diritti alla prestazione sportiva dei giocatori e per la cessione del titolo (quando ammesso) da parte delle società sportive.

Al fine di rappresentare in modo più leggibile le varie fattispecie abbiamo tradotto la legislazione vigente sulla tabella riportata di seguito che riteniamo possa essere un valido aiuto nell’interpretazione collegata col diritto sportivo.

Novembre 2018

Dopo la pubblicazione degli articoli riguardanti la circolare 18/E del primo agosto 2018, nostri, ma anche della stampa specializzata, siamo stati contattati da molte persone che hanno richiesto espressamente che valenza giuridica ha la circolare dell'Agenzia delle Entrate.

In particolare ci è stato chiesto che cosa accade se l'Associazione non si adegua nel tenere il registro,  richiamato al punto 6.4 della circolare, dove andrebbero annotate analiticamente le entrate e le uscite di cassa, indicando i nominativi dei soggetti, la causale e l'importo incassato o pagato per ogni singola quota di iscrizione ai corsi o di affiliazione. Oltre, si dà per inteso, alla produzione della quietanza, la cui copia dovrà essere conservata dall'ente.

Ottobre 2018

Importanti novità stanno intervenendo in materia di compensazioni di crediti d’imposta. Infatti con la Legge di Bilancio per l’anno 2018 (L. 205/2017) il legislatore ha introdotto il nuovo comma 49-ter, articolo 37, D.L. 223/2006 che permette all’Agenzia delle Entrate di sospendere, fino ad un periodo massimo di 30 giorni, l’esecuzione dei modelli di pagamento F24 che contengono compensazioni che presentano profili di rischio.

Tale nuova norma entrerà in vigore a partire dal prossimo 29 ottobre.

Settembre 2018

Dal primo luglio 2018 è vietato pagare in contanti le retribuzioni corrisposte dai datori di lavoro e dai committenti ai lavoratori subordinati, ai collaboratori coordinati e continuativi e ai soci lavoratori di cooperative (l. 27/12/17 n. 205 art. 1 commi 910-914).

Come anticipato nell'articolo pubblicato lo scorso luglio, è recentemente venuto meno l'inquadramento delle collaborazioni sportive come co.co.co, pertanto ciò porterebbe a pensare che i compensi sportivi possano essere erogati in contanti, perlomeno entro i 999,99 Euro (si veda l. 133/99). Tuttavia riteniamo che delle regole, anche solo di mera prudenza, vadano comunque tenute presenti.

Settembre 2018

Continuiamo l’analisi della circolare 18/E dell’Agenzia delle Entrate per quanto concerne l’applicazione dell’art. 148, comma 3, del TUIR.

Settembre 2018

Questa estate è stata interessata da importanti chiarimenti riguardanti il mondo del non profit ed in particolare dell’associazionismo. L’Agenzia delle Entrate ha infatti emanato un’importante circolare (la n. 18/e del 01.08.2018) che tocca diversi punti delicati della fiscalità delle associazioni e società sportive dilettantistiche, dando finalmente chiarimenti precisi che dissipano molti dubbi interpretativi che da sempre caratterizzavano il settore.

Essendo la circolare molto corposa (79 sono le pagine complessive), vediamo più da vicino, in questo articolo, i chiarimenti dati in relazione all’art. 148, comma 3, del TUIR.

Settembre 2018

Gli ultimi mesi sono stati di fermento per il mondo sportivo, c’erano nell’aria sentori di novità e modifiche sostanziali che potrebbero aver generato cambiamenti rivoluzionari nell’organizzazione delle associazioni e società sportive dilettantistiche. Ma alla luce degli ultimi interventi normativi, cosa entrerà in vigore e cosa invece resterà “lettera morta”?

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Richiedi un primo appuntamento Gratuito: valutiamo la tua situazione, senza impegno, per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

Scarica la Guida per ASD e SSD!

« Le 15 domande da farsi per dormire sonni tranquilli e non temere accertamenti »

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com